Timori veri e percepiti in Europa

20 settembre 2018

Immigrazione e disoccupazione sono in cima alle preoccupazioni degli europei. Ma quanto i timori sono suffragati dagli andamenti effettivi di questi due fenomeni? Utilizziamo l’indagine Eurobarometer e i dati Eurostat per mettere a confronto percezioni e realtà.

 
 
 
 

In tema di immigrazione, l’Italia si distingue dal resto dei paesi europei. Infatti, nonostante i flussi migratori in entrata siano calati sensibilmente rispetto ai livelli di dieci anni fa, dal 2012 è cresciuta esponenzialmente la quota di italiani che esprime preoccupazione nei confronti dell’immigrazione, fino a raggiungere il 32.7% nel 2017. In Francia, Germania e Spagna, invece, il timore nei confronti dell’immigrazione sembra riflettere l’effettivo andamento dei flussi migratori.

Tuttavia, la maggiore preoccupazione degli italiani rimane la disoccupazione. Nel 2017, il 41.8% degli intervistati ritiene che la mancanza di impiego sia uno dei temi più rilevanti che l’Italia si trova ad affrontare. In questo caso, però, il timore riflette l’andamento effettivo della disoccupazione. Analoghe considerazioni valgono per gli altri paesi.