I mercati alla sfida della politica

inFormazione - Malmö 2019

Nel giugno 2018 ci siamo lasciati a Malta interrogandoci su quale vento avrebbe scompigliato i “riccioli d’oro”, sinonimo fiabesco di economia temperata e mercati finanziari benevoli. Una domanda quanto mai opportuna: visto quanto accaduto di lì a poco è doveroso citare il detto “Chi semina vento raccoglie tempesta”. A dicembre, in particolare, un vero e proprio fortunale si è abbattuto sui mercati, scompigliando, se non strappando, i “riccioli d’oro”. Come la volubile bambina della fiaba, tuttavia, è bastato poco per invertire la rotta, tanto che, nel programmare questo 15° Percorso di inFormazione, nella patria degli ABBA, avevamo inizialmente pensato di intitolarlo “Mamma mia, che mercati!”.

Soffermandoci sul rapporto causa-effetto dietro queste oscillazioni, abbiamo tuttavia deciso di intitolare l’evento “I mercati alla sfida della politica”. Entrambi gli interventi di approfondimento di Prometeia nella giornata inaugurale dei lavori sono infatti dedicati agli impatti della situazione politica sull’economia e i mercati, temi ripresi e approfonditi anche da diversi relatori e discussant.

Dall’osservatorio di Prometeia Advisor SIM abbiamo la sensazione di un déjà vu: nel 2007 a Praga il nostro 3° Percorso si addentrava “Attraverso il rendimento assoluto”: sulla copertina del programma, il Ponte Carlo sul Danubio si congiungeva idealmente con il nostro logo. Allora di absolute return si parlava in termini di hedge fund, portable alpha, … Si voleva dare enfasi al ruolo dell’advisor nel ricondurre queste strategie e strumenti agli obiettivi di redditività reale stabile degli investitori istituzionali. Negli ultimi tempi il rendimento assoluto è stato declinato invece con strategie multi-asset, risk parity, … Ancora una volta, però, l’assoluto è apparso alquanto relativo, e si è accentuata l’esigenza di riconciliare gli obiettivi degli investitori con i prodotti e le strategie di gestione. 

Anche per questo siamo a Malmö, città famosa per il ponte Őresund che la congiunge a Copenaghen: dopo anni di mercati finanziari molto favorevoli, le grandi incertezze del contesto politico ed economico producono oscillazioni imprevedibili dei prezzi e vanificano i propositi di stabilità dei rendimenti. Ritorna quindi indispensabile il ruolo dell’advisor quale “ponte” tra investitori istituzionali e industria del risparmio gestito: cambia il contesto e si affinano gli strumenti, ma la finalità rimane consentire il raggiungimento degli obiettivi finanziari e istituzionali. 

Tra questi ultimi abbiamo dedicato una particolare attenzione alle tematiche ESG, chiamando gli operatori a presentare e a discutere metodologie e risultati ottenuti dall’integrazione dei principi dell’investimento responsabile nelle loro politiche di gestione.

Gli abstract dei vari interventi sono disponibili nel numero speciale della newsletter Anteo, mentre le presentazioni sono pubblicate sulla pagina dedicata del nostro sito.