Quale vento scompiglierà i "Riccioli d'oro"?

InFormazione - Malta 2018

“Ma ancora mi ricordo Malta. Persa tra Europa e Africa. Appartiene a nessun luogo, non essendo mai appartenuta a nessun luogo. Alla Spagna e agli Arabi e ai Fenici, più di tutto. Ma come se non avesse mai veramente avuto un destino. Nessun fato. Lasciata fuori dal tempo e dalla storia“.

La prosa di David Herbert Lawrence, scrittore, poeta e drammaturgo britannico, ammanta di fascino l’isola che ospita il nostro 14° Percorso di inFormazione, ma sembra stilizzare la percezione che in questo momento hanno dell’Italia gli investitori, esteri ma anche domestici. 

Anche per il titolo del Percorso 2018: Quale vento scompiglierà i “Riccioli d’oro”? abbiamo preso spunto dalla tradizione letteraria inglese. “Riccioli d’oro” (in inglese “Goldilocks”) è forse l’unica protagonista di una fiaba a essere riuscita a entrare nel gergo economico di tutti i giorni perché, a differenza dei suoi tre amici orsi, le piaceva la minestra d’orzo non troppo calda né troppo fredda, diventando sinonimo di un’economia temperata: non troppo calda da provocare inflazione, né troppo fredda da causare una recessione. Una tale situazione è caratterizzata da un basso tasso di inflazione, un incremento dei prezzi dei titoli, bassi tassi di interesse e una costante crescita del PIL. 

I mercati finanziari per buona parte del 2016 e per l’intero 2017 hanno indubbiamente meritato un tale appellativo. Arrivati a metà del 2018, possiamo dire che vari “venti” hanno cominciato a scompigliare questi riccioli d’oro: tensioni geopolitiche e loro impatti sul commercio internazionale, indicatori economici non più così brillanti e sincronizzati, politiche monetarie che si avviano alla stretta, nelle quantità e nei tassi… e ancora altro si potrebbe aggiungere.

In Italia pare che cominci a “soffiare la tramontana” dopo alcune settimane di forte volatilità e sfiducia dei mercati verso l’Italia. Come sempre occorre tenere i nervi saldi, ma allo stesso tempo, in uno scenario che si va caratterizzando per una maggiore incertezza e volatilità sui mercati, è da riconsiderare il mix delle strategie di investimento dei diversi portafogli. Dopo anni di mercati guidati dai loro “Beta”, crediamo quindi occorra tornare alla “ricerca dell’Alpha”, con la cura necessaria per trovarlo persistente e sostenibile, non solo finanziariamente, ma con la massima attenzione all’ambiente, alle persone e alla responsabilità sociale d’impresa.

Prometeia Advisor SIM è pronta ad affiancare in questo nuovo sfidante contesto gli Investitori che sempre più numerosi le hanno dato fiducia in questi ormai 20 anni di attività, di cui 12 come SIM. Abbiamo superato i 100 miliardi di euro di Asset Under Advisory grazie alla continua capacità di innovare e di trasferire competenze ai clienti, grazie a metodologie e tecnologie sempre alla frontiera. Prometeia Advisor SIM continuerà ad investire e ad ampliare la gamma di servizi e soluzioni, cercando sempre di mantenere la più alta qualità, con costi adeguati.

Gli abstract dei vari interventi alla due giorni maltese sono disponibili nel numero speciale della newsletter Anteo, mentre le presentazioni sono pubblicate sulla pagina dedicata del nostro sito.