NEWS

6 luglio 2016

Seminario "Riforma della contrattazione tra deflazione e potenzialità di crescita"

Bassa crescita ed elevata disoccupazione, stagnazione della produttività, divari nella crescita del CLUP e per­dita di competitività sono corni dei dilemmi che carat­terizzano l’economia italiana da almeno un quindicennio e che la crisi ha aggravato. Dilemmi che richie­dono di essere affrontati su diversi fronti.

Fra questi, sta assumendo sempre più rilevanza il di­battito sulla struttura della contrattazione collettiva dei salari, giudicata da alcuni oramai inadatta ad ac­compagnare la crescita delle imprese più produttive e, con essa, della competitività e della produttività complessive.

In assoluto, la crescita dei salari non è risultata così disallineata rispetto a quella dei partner europei. D’altro canto essa rappresenta una delle leve per sostenere, da un lato, il rafforzamento della domanda interna e, dall’altro, l’uscita dalla deflazione, favorendo l’efficacia della politica monetaria.

In un contesto di imprese/lavoratori sempre più eterogenei, come favorire lo spostamento di lavora­tori/capitali verso le imprese/lavoratori più produttivi e al tempo stesso sostenere la crescita della domanda interna? Quale ruolo possono svolgere la contrat­tazione, la politica salariale e le regole mercato del lavoro?

La partecipazione è riservata esclusivamente agli associati.

Royal Hotel Carlton
Via Montebello, 8
Bologna

 

programma

 
  1. 14:30

    Introduce Paolo Onofri, Stefania Tomasini, Lorena Vincenzi (Prometeia)

  2. 14:45

    Contrattazione e politiche macroeconomiche Roberto Torrini (Banca d'Italia)

  3. 15:15

    Politiche del mercato del lavoro e dei salari Marco Leonardi (Università Statale di Milano)

  4. 15:45

    Le proposte di riforma della contrattazione Carlo Dell'Aringa (Università Cattolica)

  5. 16:15

    Discussione generale

  6. 16:30

    Chiusura dei lavori

TAG