Industria migliora a novembre ma la debolezza rimane

10 gennaio 2020

Manuel Bonucchi

+0,1% l’attività industriale in Italia. Per Prometeia la stagnazione proseguirà per tutto il I trimestre 2020

La lieve crescita della produzione industriale di novembre, +0.1% rispetto a ottobre (+0.3% la nostra previsione), conferma il quadro di persistente debolezza delineato nei mesi precedenti.

Il IV trimestre 2019 si avvia a chiudersi ancora in contrazione (-0.4% la crescita acquisita fino a novembre) in linea con quanto avvenuto nel III (-0.6%). 

A novembre l’Italia è stato ancora una volta il Paese con la crescita più bassa fra i maggiori europei: la Germania ha più che recuperato la pesante caduta di ottobre, così come la Spagna, mentre la Francia è sempre cresciuta da settembre a novembre.

 

A livello settoriale, emergono elementi di ripresa in tutti i principali Paesi europei, come confermato dagli indici di diffusione della crescita, in miglioramento ovunque. Pur nel contesto di maggiore debolezza, anche in Italia si colgono segnali incoraggianti: al netto del settore energetico, in pesante caduta in novembre per il terzo mese consecutivo, la produzione industriale nel IV trimestre sarebbe rimasta stabile. 

In prospettiva, non emergono novità nel quadro congiunturale interno, ad avvalorare un contesto di stagnazione dell’attività industriale che, secondo le nostre previsioni, proseguirà anche nel I trimestre 2020. Non è una ripresa, ma quanto meno il peggioramento sembra terminato.

 
 
set-19
ott-19
nov-19
dic-19
gen-20
feb-20
var. % sul mese precedente
-0,5
-0.3
0.1
0.0
-0.2
0.3
Fonte: previsioni Prometeia (in grassetto) su dati Istat

Leggi tutti gli insight