Produzione industriale: inattesa battuta d'arresto a gennaio, atteso rimbalzo a febbraio

13 marzo 2017

manuel.bonucchi@prometeia.com

Deciso passo indietro per il primo mese dell'anno. Prevediamo un rimbalzo a febbraio e lieve crescita nei mesi successivi

A gennaio l’indice destagionalizzato della produzione industriale ha registrato una diminuzione del 2.3% su base mensile  (-0.7% la nostra previsione) dopo la crescita dell'1.4% registrata nel mese di dicembre. La dinamica congiunturale della produzione italiana è il risultato di un calo di tutti i principali comparti ad eccezione di quello energetico: al netto di questa componente l'indice generale sarebbe caduto del 3%.

L'indice di diffusione Prometeia riflette il calo generalizzato, passando dall'80 al 33%, segnalando che a gennaio la maggioranza dei settori è stato in riduzione rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.  

Il dato di gennaio, anche se effetto di una diminuzione nella quasi totalità dei comparti, va comunque preso con cautela: gennaio è un mese difficile da stimare, sia per il probabile scarso tasso di risposta da parte delle imprese che per problemi di destagionalizzazione e perequazione dei giorni lavorativi.

Prevediamo per l'attività industriale un forte rimbalzo a febbraio (1.9% sul mese precedente), anche se non tale da recuperare pienamente il calo di gennaio. La crescita continuerebbe in marzo (0.3%) mentre sarebbe nulla in aprile. Il primo trimestre 2017 si chiuderebbe con una variazione positiva sia rispetto al trimestre precedente (0.2%) che a quello corrispondente (2.1%).

Ad aprile l’indice risulterebbe inferiore del 21.3% rispetto al picco pre-crisi dell'aprile 2008 e superiore del 6.4% rispetto al livello registrato nel marzo 2009. Tali previsioni implicano una crescita acquisita dello 0.8% per il secondo trimestre 2017.

 
 
 
nov-16
dic-16
gen-17
feb-17
mar-17
apr-17
var. % sul mese precedente
0.7
1.4
-2.3
1.9
0.3
0.0
Fonte: previsioni Prometeia (in grassetto) su dati Istat