Produzione industriale, a maggio si torna a crescere. Ma per l'estate c'è rischio di stagnazione

Produzione industriale, a maggio si torna a crescere. Ma in estate rischio di stagnazione

10 luglio 2018

Manuel Bonucchi

Oltre ai fattori internazionali (prezzo del petrolio, minacce di guerra dei dazi, rallentamento dei principali partner commerciali), pesa l’incertezza sulla concreta implementazione delle linee di politica economica annunciate dal governo. Il quadro rimane coerente con la previsione di una crescita del Pil all'1.2% nel 2018 formulata in occasione del Rapporto di Previsione Prometeia di luglio

A maggio l’indice destagionalizzato della produzione industriale ha registrato un aumento dello 0.7% su base mensile (+0.5% la nostra previsione). Tutti i principali settori sono stati caratterizzati da una dinamica congiunturale positiva: l'indice di diffusione Prometeia si riduce lievemente (dal 64 al 61% i settori ponderati in espansione), lontano dal massimo assoluto della scorsa estate ma pur sempre ben superiore al 50%, la soglia che discrimina tra fasi espansive e recessive.

Produzione industriale, a maggio si torna a crescere. Ma per l'estate c'è rischio di stagnazione
 

Prevediamo che a giugno l'attività industriale possa continuare a crescere, anche se in decelerazione (0.5%), per poi ridursi della stessa entità a luglio e rimanere pressoché stabile ad agosto. Date le nostre previsioni, il secondo trimestre dell'anno rimarrebbe, così come il primo, in contrazione (-0.1%), pur ancora in crescita (+2%) rispetto al corrispondente trimestre dell’anno scorso.

 
 
mar-18
apr-18
mag-18
giu-18
lug-18
ago-18
var. % sul mese precedente
1.2
-1.3
0.7
0.5
-0.5
0.1
Fonte: previsioni Prometeia (in grassetto) su dati Istat

Leggi tutti gli insight