Dopo l'attesa crescita di aprile, la produzione industriale italiana consolida i segnali di stabilità nel secondo trimestre

10 giugno 2016

manuel.bonucchi@prometeia.com

Prevediamo una riduzione a maggio e un nuovo aumento a giugno

In aprile l’indice destagionalizzato della produzione industriale ha registrato una crescita dello 0.5% su base mensile (+0.4% la nostra previsione). Tale dinamica congiunturale è il risultato di un aumento nella produzione dei beni di consumo non durevoli e dei beni intermedi, ma di un calo nella produzione di energia (al netto di questa componente, l'indice generale sarebbe aumentato dello 0.7%). L'indice di diffusione Prometeia ritorna sopra la quota di parità, salendo dal 47 al 73%, segnalando che la maggioranza dei settori è in aumento rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

Prevediamo che, dopo un lieve calo dell'attività in maggio (-0.1%), la produzione aumenti in giugno (+0.2%) per poi registrare una crescita nulla in luglio, rafforzando ulteriormente i segnali di sostanziale stabilità. Il secondo trimestre del 2016 si chiuderebbe con una variazione positiva sia rispetto al trimestre precedente (+0.3%) sia rispetto al corrispondente (1.5%). In luglio l’indice risulterebbe inferiore del 23.3% rispetto al picco pre-crisi dell'aprile 2008 e superiore del 3.7% rispetto al livello registrato nel marzo 2009. La previsione di luglio implica un trascinamento statistico positivo (+0.1%) sul terzo trimestre 2016.

 
 
 
feb-16
mar-16
apr-16
mag-16
giu-16
lug-16
var. % sul mese precedente
-0.7
0.0
0.5
-0.1
0.2
0.0
Fonte: previsioni Prometeia (in grassetto) su dati Istat.
Leggi tutti gli insight