Nowcasting dei flussi di investimento in fondi comuni: riviste al rialzo le stime per il II trimestre

Nowcasting fondi comuni: riviste al rialzo le stime per il II trimestre

21 luglio 2017

Emanuele De Meo, Lorenzo Prosperi, Giacomo Tizzanini

Il Nowcast oltre i 22 miliardi di euro per effetto di una revisione dei dati storici e della fase rialzista dei mercati azionari

 

Sulla base dei nuovi dati disponibili, rivediamo verso l’alto il Nowcast dei flussi di investimento in fondi comuni relativo al secondo trimestre del 2017 (Fig. 1), in linea con la revisione dei dati storici riferiti al primo trimestre (+5.3 miliardi). Il nostro modello di Nowcasting [1] anticipa flussi superiori a 20 miliardi di euro, in accelerazione (+9.7%) rispetto al trimestre precedente. La proiezione per la prima metà del 2017 si conferma quindi estremamente positiva per l’industria, con una crescita dei volumi superiore all’86.5% rispetto al secondo semestre del 2016. Ci attendiamo inoltre una sostanziale tenuta dei volumi anche nel terzo trimestre dell’anno, che si manterranno quindi sui livelli sostenuti che hanno caratterizzato il settore nell’ultimo quinquennio con flussi medi trimestrali di circa 15 miliardi.

Fig. 1: Nowcasting dei flussi di investimento in fondi comuni (miliardi di euro)
Fonte: Elaborazioni Prometeia su dati Assogestioni. Dati storici a luglio 2017
 

La dinamica favorevole del mercato dei fondi comuni è da attribuire prevalentemente al momentum rialzista dei mercati azionari, in particolare negli Stati Uniti e in Italia, proseguito nella prima metà del 2017. La rilevanza dei mercati azionari Usa e italiano nel Nowcasting dei flussi di investimento è cresciuta complessivamente dal 22% di fine 2016 a circa il 24% (maggio 2017) (Fig.2). Il contributo positivo di questi fattori è stato solo parzialmente controbilanciato dall’effetto negativo derivante dall’aumento dei tassi sui titoli di Stato italiani: il rendimento sui BTP è infatti cresciuto nel corso della prima metà del 2017, ma la probabilità che questo fattore sia in grado di prevedere la dinamica dei flussi di investimento in fondi comuni si è ridotta di circa 2 punti percentuali da fine 2016.

 
Fig. 2: Probabilità che la variabile sia un driver della raccolta netta in fondi comuni (full-sample)
Fonte: Elaborazioni Prometeia su dati Assogestioni. Dati storici a luglio 2017.
 
 
[1] Si veda Wealth Insights, aprile 2017