Commodity, Indice Prometeia in crescita dell’1% a marzo

21 aprile 2017

stefano.sparacca@prometeia.com

I rincari degli organici di base mettono sotto pressione i costi di approvvigionamento della chimica

Imprese manifatturiere. Sesto rialzo consecutivo in marzo per l’Indice Prometeia in euro delle commodity industriali, che, con una variazione congiunturale dell’1%, si porta su livelli di 15 punti percentuali più elevati rispetto a quanto osservato un anno fa. Le dinamiche dei prezzi in euro sono risultate sostanzialmente in linea con quelle rilevate sui mercati internazionali, con un cambio euro-dollaro solo lievemente superiore (+0.4% a quota 1.07) rispetto a febbraio.

Tutti i comparti del manifatturiero hanno registrato un apprezzamento rispetto a febbraio, con la sola eccezione dell’alimentare, il cui indice, grazie alla discesa delle quotazioni dei cereali, è arretrato dell’1% in marzo. In rialzo, di un punto percentuale, gli indici della meccanica, su cui hanno inciso soprattutto i rincari dell’alluminio, e della filiera legno e carta, a fronte di una leggera risalita dei corsi della cellulosa. I rincari sperimentati dalle fibre sintetiche e dal cotone hanno invece penalizzato le imprese della moda (+2%).

Ancor più sostenuto l’incremento dell’indice della chimica (+5%). 

Su questa dinamica ha inciso in misura determinante l’aumento del 18% circa dell’indice degli organici di base. Nuova forte accelerazione (la terza consecutiva) dei prezzi del propilene (+26% congiunturale), in presenza di alcune strozzature sul lato dell’offerta nei mercati extra-europei. Questa dinamica rialzista rilevata nel primo trimestre 2017 ha consentito alle quotazioni del propilene di chiudere il gap creatosi con quelle dell’etilene nel biennio passato. 

In leggero aumento anche i corsi delle materie plastiche, sostenuti dal rincaro dei principali feedstock. I prezzi della Virgin Nafta (-8.2%) hanno invece seguito l’arretramento delle quotazioni del Brent (-6.1%), tornate su un livello di 52.6 Us$/b nella media del mese.

 
Fig. 1 - Indici Prometeia dei prezzi in euro delle commodity
Media 200=100, dati mensili
Fig. 2 - Prezzi in euro – chimica (var% mar17/feb17)
Prezzi in Euro (fonte: elaborazioni Prometeia su dati Datastream)